Caricamento...
Home2021-05-01T15:49:36+00:00

Santa Maria, capolavoro del Figlio di Dio,
la Tua mano accompagna ogni creatura
alla bellezza del Padre.

Inorridiamo all’umano sfregiato dal limite,
ma con te innanzi agli occhi ci rassicuriamo:
confidiamo nella Tua carezza colma di compassione.

In te fanno pace Dio e l’uomo, la misericordia e la miseria:
l’una incrociata nell’altra producono
la speranza che rende abitabile il nostro mondo.

Solo la Donna toccata dalla Luce di Dio
poteva diventare sorgente che bagna e ristora
il desiderio di autenticità dei suoi figli.

Siamo consapevoli dei nostri slanci nel nulla,
del bisogno di gioia ferito ove approda
lontano dalla tua feconda e materna presenza.

Tu che l’hai provato conosci lo smarrimento
che avvertiamo nella prova.
La tua compassione è attratta dalla nostra miseria.

Tutto l’umano che c’è nel mondo,
fatto di polvere di terra e di luce del Regno dei Cieli,
in te non va in conflitto, ma si ricompone.

Tu vedi, o Madre, quanto manca alla terra,
alla vita e alla speranza per essere in pace.
Sia ambizione e desiderio di ogni pellegrino:

fissare nei tuoi occhi il proprio futuro,
sollevare lo sguardo nella Luce
e orientare alla Verità il proprio cammino.

Nelle tue mani tutto diventa preghiera:
tutto si fa spirituale.

Ciò che in noi porta il segno della pochezza

con Te è disponibile alla Provvidenza.

Il tuo amore, o Madre, dissolva i nodi del male
che ci vincolano all’uomo vecchio,
affinché, come te, possiamo risorgere nel Figlio.

O Regina, o Madre, raccogliamo il tuo invito:
accogliere la Parola del tuo Figlio
che rese grande il tuo cuore.

E sospinti dal tuo materno invito possiamo
comprenderci come Comunità orante,
che al Cristo e ai fratelli protende le mani.

Torna in cima